“Dovrebbe essere la domanda di partenza per at- tuare una buona pianificazione finanziaria. Il con- sulente te lo chiede, tu cliente rispondi, e da lì si parte per comprendere le esigenze di consumo fu- ture e le combinazioni risparmio-investimento più appropriate. Punto e stop. Eppure, non sempre i consulenti finanziari mettono tale quesito al centro della loro analisi: forse per non sembrare inva- denti, o magari preferendo concentrarsi prima su quanto c’è da investire. E gli stessi clienti, tanto pronti a diffondere sui social qualsiasi momento della loro vita (1), evidenziano una certa ritrosia, per non dire fastidio, di fronte all’irritante quesito: “i soldi sono miei e li spendo come voglio!””

Collegamenti:

  1. http://www.contemplata.it/wp-content/uploads/2021/06/2021_05_29WRArticolo13sito300-scaled.jpg
  2. https://www.istat.it/it/archivio/254440
Articolo precedente

Decorrelare in commodities: consigli per l’uso (seconda parte)

Articolo successivo