A partire dallo scoppio della crisi finanziaria, ormai due lustri fa, si è spesso sentito parlare, specie nel nostro Paese, di fenomeni di restrizione creditizia (il cosiddetto credit crunch) da parte delle banche a svantaggio delle PMI dell’area Euro. Ma è effettivamente l’accesso al credito bancario, dal quale esse dipendono fortemente, la criticità principale che attanaglia le PMI? O sono altri i veri problemi di queste imprese che, in Italia, costituiscono il nerbo del tessuto produttivo e sociale? Alcune riflessioni critiche al riguardo vengono fornite nel presente articolo.

Per visualizzare l’articolo occore essere registrati

Devi essere loggato per visualizzare questo contenuto. Se non ti sei ancora registrato puoi farlo gratuitamente in pochi secondi - Registrati